Intimità, vita affettiva e salute

L’intimità si colloca alla base della salute di ogni individuo in quanto capacità di accedere ad uno scambio aperto e autentico con l’altro.

Secondo l’Analisi Transazionale, nell’intimità si raggiunge il livello più elevato di carezze, grazie alla libera espressione e condivisione di sensazioni, emozioni e pensieri. L’intimità è senza dubbio la dimensione relazionale più nutriente ma al tempo stesso più rischiosa e, per questo, temuta dalla maggior parte delle persone. Essere liberi, trasparenti, mostrarsi all’altro per ciò che si è e stare con l’altro per ciò che è vuol dire esporsi con tutte le proprie parti e le proprie vulnerabilità. Incontrare la realtà in tutti i suoi aspetti. Senza maschere e senza filtri.

L’intimità nella società dei nostri tempi

Nella nostra società liquida, in cui i rapporti umani tendono ad evaporare in fretta e sempre più ad assomigliare alle connessioni informatiche, si ha paura dell’incontro emotivo autentico. E’ convinzione diffusa che l’autonomia consista nel non aver bisogno dell’altro per cui il legame viene visto come una minaccia alla propria illusoria indipendenza. Questa negazione narcisistica del bisogno di relazione agisce a scapito della spontaneità e della vita affettiva con ricadute anche significative in termini di malessere. Di fatto, sia l’investimento in una immagine costruita e condivisa socialmente sia la rinuncia alla propria affettività denotano aspetti immaturi e dipendenti della personalità. L’esistenza di un impedimento alla crescita e alla realizzazione di sé.

L’incontro intimo con l’altro

Stare di fronte all’altro con naturalezza e senza forme di evitamento implica un contatto profondo con se stessi e con l’altro. Ascoltare ciò che parte da dentro e ciò che arriva da fuori. Affidarsi all’esperienza. Quando si resta bloccati nella impossibilità ad affrontare il rischio di essere criticati, rifiutati o abbandonati si perde presenza. Le fantasie idealizzanti o catastrofiche che emergono conducono lontano dalla realtà che si sta vivendo. Riportano ad un passato antico che tende a ripetersi. Ad un futuro già vissuto. Intimità è innazitutto poter essere se stessi, riconoscersi. Stare nel qui e ora. Lasciar andare il vecchio per accogliere il nuovo.