Maria Anna Formisano

Maria Anna Formisano

Psicologa e Docente. Phd -Dottore di Ricerca in metodologia della ricerca Educativa Università degli studi di Salerno. Esperta in Psicologia giuridica È docente a c di Psicologia dell’educazione presso l’Università della Basilicata. Privilegia nei suoi studi aspetti cognitivi e psicoeducativi dell’apprendimento. È autrice di varie monografie e di numerose pubblicazioni scientifiche. Si occupa di disabilità intellettiva, adolescenza e disagio, di tecniche di intervento psicoeducativo di empowerment scolastico.

Alunni ribelli: anatomia della comunicazione

Secondo Anthony Robbins, saggista statunitense, il nostro comportamento è determinato dallo stato d’animo vissuto. Lo stato d’animo è la condizione psicofisica in cui una persona si trova. Se il nostro stato d’animo è sereno, siamo collaborativi e positivi. Al contrario, se siamo una tristi e arrabbiati diventiamo aggressivi e scontrosi. Stati d’animo negativi possono scatenare […]

Disagio dell’apprendimento e aspetti psicoeducativi

L’apprendimento rappresenta una trasformazione del comportamento dovuta ad un’esperienza cognitiva, sociale, affettiva ed emozionale. È un processo che implica un cambiamento più o meno permanente in chi apprende; ogni apprendimento è esperienziale e può essere consapevole o inconsapevole. La predisposizione ad apprendere è un processo complesso, non  riconducibile ad un mero meccanismo passivo di assimilazione […]

Come osservare in classe strategie per evitare errori

Per chi si occupa di processi di insegnamento-apprendimento l’osservazione rappresenta lo strumento fondamentale per capire i comportamenti degli alunni. Osservare nella scuola significa “fotografare” una situazione educativa, per poi analizzarla nei dettagli, comprenderla e, se possibile, cambiarla.  Ciò che viene osservato ,però, dipende dall’osservatore e, quindi, per evitare di cadere nella soggettività è necessario, come diceva […]